X

Benvenuti nel sito ufficiale di Champagne

Visitando questo sito, certifico di avere l’età legale per bere bevande alcoliche nel mio paese di residenza

MENU CLOSE

showsearch
Non è Champagne se non è della Champagne
  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • youtube
  • wechat
  • rss

Dalla vite al vino

<

L'elaborazione del vino

>

Bouchage - poignettage – mirage

Eseguito il dosage, il vino viene tappato per iniziare una nuova fase del suo invecchiamento. Le bottiglie sono poi agitate (poignettage), viene controllata la loro limpidezza (mirage) per poi rientrare in cantina per qualche mese prima della commercializzazione.

Bouchage

I tappi attualmente in uso sono costituiti da agglomerato di sughero, sul quale sono incollate due rondelle dello stesso materiale (quella a contatto con il vino è denominata “miroir”). E’ obbligatorio che il tappo sia marchiato con la denominazione Champagne e, nel caso di un millesimato, l’annata.

Una volta inserito per compressione nel collo della bottiglia, il tappo viene coperto da una placchetta (o capsula) e fermato da una gabbietta.

Benché assicuri il massimo della tenuta, tale sistema non impedisce del tutto gli scambi gassosi. A contatto con l’ossigeno, quindi, il vino proseguirà la sua evoluzione.

 

Poignettage

La bottiglia viene poi agitata vigorosamente (poignettage), per garantire che il liqueur si sia amalgamato in modo omogeneo al vino.

Mirage

Segue infine un controllo visivo (mirage) per verificare la limpidezza, prima che ilvino sia riposto in cantina per alcuni mesi prima della commercializzazione.