MENU CLOSE

showsearch
Non è Champagne se non è della Champagne
  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • youtube
  • linkedin
  • rss

Epernay è tutta circondata da vigneti. Con le sue splendide facciate di ville e case borghesi che ospitano alcuni grandi marchi, l’ Avenue de Champagne autorizza Epernay a rivendicare il titolo di capitale dello Champagne.

Una strada ricca di storia e di beni culturali

Nei dintorni della città si possono seguire diversi itinerari. A est, dopo Aÿ (chiesa in stile fiammeggiante e case a graticcio di cui una sarebbe stata sede del “vendangeoir” di Enrico IV), Mutigny (panorami), Avenay-Val-d’ Or (chiesa del XII e XVI secolo), Louvois (castello appartenuto al ministro di di Louis XIV), si raggiungono le seducenti cittadine di Bouzy e Ambonnay.

A sud, sono numerosi i villaggi da segnalare: Pierry (per le sue ville del XVIII secolo, come quella di Jean Cazotte, letterato che accolse i più grandi scrittori, filosofi e artisti della sua epoca), Chavot (per la sua chiesa e i suoi panorami), Brugny (per il suo castello), Saint-Martin d’ Ablois (per il suo curioso campanile e per le fonti del Sourdon).

Ogni villaggio della Côte des Blancs offre allo stesso tempo lo charme di graziosi paesaggi e di chiese affascinati (Cuis, Cramant, Avize, Le Mesnil-sur-Oger, dove visse Léon Bourgeois, Premio Nobel per la pace nel 1920 e fondatore della Società delle Nazioni). A Vertus, patria di Eustache Deschamps, il più amato dei poeti francesi del XIV secolo, la chiesa è arricchita da una cripta ed è circondata dalle rovine delle antiche mura. Nei pressi di Bergères-les-Vertus, dall’ alto del monte Aimé, si domima una vista impressionante. Tutto intorno a questo enorme crinale furono costruite abitazioni preistoriche, un campo prima gallico e poi romano, un’ immensa roccaforte e il rogo sul quale bruciarono i catari champenois nel 1239.

A sud della Marna, attraverso Orbais-l’ Abbaye (magnifica chiesa abbaziale del XIII secolo), Etoges (castello del XVII secolo), Villevenard e Coizard-Joches (menhir, dolmen, grotte e sculture neolitiche), si raggiunge la palude di Saint-Gond (sito preistorico e campo di battaglia nel 1914), poi l’ animata città di Sézanne (imponente chiesa del XV e XVI secolo). Quest’ ultima non lontana dalla foresta di Traconne e dalla tranquilla campagna cara a Marcel Proust, che si estende a sud e a ovest. La regione di Vitry-le-François è altrettanto interessante, in particolare peri suoi bocage champenois, le chiese e le case a graticcio oltre che il lago del Der-Chantecoq. Proseguendo, una fermata a Châlons-en-Champagne è d’ obbligo per scoprire le numerose chiese della città, il museo del chiostro di Notre-Dame-en-Vaux, numerosi edifici del XVII e XVIII secolo e, nelle vicinanze, la basilica de l’ Epine (XV e XVI secolo).

Mappa della regione di Epernay

Degustazioni e visita delle cantine

I vigneron e le maison di Champagne della regione di Epernay

Parti alla scoperta dei vigneron e delle maison di Champagne, condividi per un attimo la loro passione, senti cosa hanno da dirti sui vini di Champagne e sulla loro elaborazione, potrebbero rivelarti qualche segreto ...

Seleziona la tua visita nelle cantine della regione di Epernay

Greeters

Scoprire la regione con i greeters

I greeters sono volontari, appassionati del loro territorio e desiderosi di farlo conoscere ai turisti. In occasione diincontri conviviali e gatuiti, condivideranno con voi aneddoti e luoghi ai quali sono più affezionati.

Randonnées Epernay et sa région