MENU CLOSE

showsearch
Champagne komt uit de Champagnestreek

Benvenuti

sul sito del Bureau du Champagne, Italia

Benvenuti

  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • youtube
  • linkedin
  • rss

De Bureaux du Champagne

Benvenuti sul sito del Bureau du Champagne, Italia

In Italia il Bureau du Champagne rappresenta il Comité Champagne con sede a Epernay in Francia.
Questo sito è rivolto a quanti, professionisti e appassionati, desiderano approfondire la conoscenza dello Champagne. Dalla storia della denominazione alla degustazione, dagli abbinamenti al terroir, queste pagine sono il punto di partenza per un viaggio alla scoperta di un mondo unico e affascinante.

facebook twitter instagram

Via Vittoria Colonna, 50
20149 Milano

Tel. (00 39 02) 4351 1671
Fax. (00 39 02) 43.99.34.08
info@champagne.it

Neem contact op met dit kantoor

Actualiteiten

“GUSTARE LO CHAMPAGNE, GUSTARE CON LO CHAMPAGNE”: IL PALATO PROTAGONISTA DELL’ULTIMA TAPPA DEL PERCORSO PER SCOPRIRE COME DEGUSTARE LO CHAMPAGNE ATTRAVERSO I 5 SENSI

Milano, 16 dicembre 2021 – Un laboratorio di sperimentazione per giocare con i contrasti del gusto e spiegare la capacità dello Champagne di abbinarsi anche agli ingredienti più particolari: giovedì 16 dicembre presso Aalto Restaurant è andato in scena “Gustare lo Champagne, gustare con lo Champagne”, ultima tappa del percorso del Bureau du Champagne, Italia iniziato nel 2016, alla scoperta delle sensazioni che può regalare lo Champagne attraverso i cinque sensi.

 

Dopo olfatto, udito, tatto e vista, nel 2021 è stato il palato il protagonista dell’annuale evento riservato a un ristretto numero di giornalisti con cui si è concluso il progetto “Champagne e 5 sensi”. Per l’occasione quattro differenti ricette del ristorante stellato Aalto sono stati abbinati ad altrettante tipologie di Champagne, presentate dagli Ambasciatori dello Champagne per l’Italia Marco Chiesa, Chiara Giovoni, Bernardo Conticelli e Pietro Palma.

 

La creatività dello chef stellato Takeshi Iwai, capace di fondere materie prime, tecniche, ricette ed evocazioni culturali, si è perfettamente sposata con la versatilità dello Champagne, un vino frutto di un terroir unico al mondo, ma che al tempo stesso presenta mille sfaccettature diverse, e dell’opera degli Chef de Cave, che da secoli danno vita a un vino diventato mito.

 

In apertura è stato presentato uno Champagne Sec (ovvero con una quantità di zucchero per litro compresa tra 17 e 32 grammi) in abbinamento a ‘Anguilla, tataki di manzo e liquerizia’. Uno Champagne blanc de blancs millesimato è stato proposto con ‘Risotto aspro, gelato di alga kombu e ostrica’, mentre uno Champagne blanc de noir è stato accostato a ‘Manzo alla brace, bacche di sambuco e scorzonera’. Per concludere uno Champagne Rosé millesimato è stato scelto per accompagnare ‘Rabarbaro, lamponi e gelato alla mandorla tostata’.

 

Gli abbinamenti tra cibo e Champagne sono stati anche il filo conduttore degli eventi di formazione promossi dal Bureau du Champagne, Italia nel 2021. Nel corso dell’Académie du Champagne dello scorso 1° dicembre il Prof. Barry Smith del Centre for the Study of the Senses della University of London ha affrontato in particolare il ruolo dell’umami nella degustazione dello Champagne, introducendo il concetto di ‘umami sinergico’, un gusto particolarmente appagante che determina un potenziamento dell’intensità sapida in accostamenti classici.

 

“Gustare lo Champagne, gustare con lo Champagne” è il quinto e ultimo appuntamento di un progetto unitario che si è snodato nel corso del tempo. Il cammino è partito nel 2016 con un laboratorio dedicato all’olfatto e una degustazione accompagnata da un allestimento che riuniva tutti i 52 elementi che costituiscono la tavola dell’evoluzione degli aromi dello Champagne: dalla crosta di pane ai frutti di bosco, dal cioccolato al miele fino al tabacco. Il secondo episodio, che si è svolto nel 2017, ha portato l’attenzione sull’udito, con un gioco basato sugli abbinamenti musicali. In quell’occasione è stato un pianoforte a evocare attraverso le sue note le immagini uditive di ogni cuvée, pescando tra gli stili più diversi: da Satie a Couperin, da Schubert a Ravel. La terza tappa è stata invece dedicata al tatto, con una degustazione pensata per esplorare attraverso un gioco ciò che accomuna lo Champagne e il mondo dei tessuti e della moda. Nel 2019 il Bureau du Champagne, Italia ha proposto un viaggio nel modo dei colori, per scoprire attraverso quindici grandi opere la naturale attrazione tra lo Champagne e il linguaggio dell’arte e raccontare come la disciplina enologica e quella artistica, apparentemente distanti tra loro, siano invece molto vicine.

Welkom op de officiële website van de Champagne

Om onze website te bezoeken dient u de wettelijke leeftijdsgrens voor het drinken van alcohol te hebben bereikt die geldt in uw verblijfplaats. Indien wetgeving op dit punt ontbreekt, dient u minimaal 21 jaar te zijn.

Hebt u de wettelijk vereiste leeftijd?

Overmatig alcoholgebruik is schadelijk voor de gezondheid. Geniet, maar drink met mate.