X

Benvenuti nel sito ufficiale di Champagne

Visitando questo sito, certifico di avere l’età legale per bere bevande alcoliche nel mio paese di residenza

MENU CLOSE

showsearch
Non è Champagne se non è della Champagne
  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • youtube
  • wechat
  • rss

Terroir e denominazione

Il terroir champenois

>

Un sottosuolo calcareo

Il sottosuolo è in prevalenza calcareo, come calcarei sono per il 75% i sedimenti affioranti (gesso, marna e calcare propriamente detto). Questo tipo di stratificazione profonda favorisce il drenaggio e, a livello gustativo, la particolarissima mineralità di alcuni vini di Champagne.

Stratificazioni diverse da una regione all’altra

  • La Côte des blancs, la Côte de Sézanne e i vigneti di Vitry-le-François e Montgueux poggiano su strati di gesso affiorante.
  • La Montagna di Reims su gesso profondo.
  • La Vallée de la Marne (a ovest di Châtillon-sur-Marne) e i piccoli rilievi montuosi attorno a Reims (Saint-Thierry, Valle dell’Ardre e Montagna occidentale) sono a prevalenza marnosa, argillosa o sabbiosa.
  • Infine, la Côte des Bar (Bar-sur-Aube e Bar-sur-Seine) ha terreni costituiti da marne argillo-calcaree che si alternano a marne prive di calcare.

Le virtù del gesso della Champagne

Il gesso della Champagne è composto da granelli di calcite provenienti dagli scheletri di microorganismi marini (detti coccoliti) e caratterizzato dalla presenza di fossili di belemniti (molluschi dell’era secondaria). La sua grande porosità lo rende un vero e proprio serbatoio d’acqua (da 300 a 400 litri per metro cubo), che assicura alla pianta un apporto idrico sufficiente persino nelle estati più siccitose.

Poiché il gesso trattiene l’acqua per capillarità, la vite deve compiere uno sforzo significativo per assorbirla. Tale situazione provoca, durante la stagione vegetativa, un moderato stress idrico, che favorisce l’equilibrio tra i diversi acidi contenuti nel frutto, gli zuccheri e i precursori degli aromi che emergeranno poi nel vino.

Scopri il gesso con un video

  • porttorrent.com