X

Benvenuti nel sito ufficiale di Champagne

Visitando questo sito, certifico di avere l’età legale per bere bevande alcoliche nel mio paese di residenza

MENU CLOSE

showsearch
Non è Champagne se non è della Champagne

Benvenuti

sul sito del Bureau du Champagne, Italia

Benvenuti

  • facebook
  • twitter
  • instagram
  • youtube
  • wechat
  • rss

I Bureau du Champagne

Benvenuti sul sito del Bureau du Champagne, Italia

In Italia il Bureau du Champagne rappresenta il Comité Champagne con sede a Epernay in Francia.
Questo sito è rivolto a quanti, professionisti e appassionati, desiderano approfondire la conoscenza dello Champagne. Dalla storia della denominazione alla degustazione, dagli abbinamenti al terroir, queste pagine sono il punto di partenza per un viaggio alla scoperta di un mondo unico e affascinante.

facebook twitter

Via Vittoria Colonna, 50
20149 Milano

Tel. (00 39 02) 4351 1671
Fax. (00 39 02) 43.99.34.08
info@champagne.it

Contatta questo Bureau

Notizie



SPEDIZIONI DI CHAMPAGNE: NEL 2018 L’ITALIA CRESCE DEL 4,2% A VALORE

Il giro d’affari globale dello Champagne nel 2018 ha raggiunto un nuovo record con 4,9 miliardi di euro (+0,3% rispetto al 2017).

 

Nel 2018 l’Italia prosegue la sua crescita a valore con un +4,2% rispetto all’anno precedente e un giro d’affari di 158,6 milioni di euro (tasse escluse, franco cantina). Stabili i volumi, con 7.362.506 bottiglie. Nello scenario globale il mercato italiano rappresenta il quinto mercato all’export per giro d’affari.

 

I volumi sono in calo (-1,8% con 301,9 milioni di bottiglie). Francia e Regno Unito, che rappresentano il 60% delle vendite totali, spiegano le ragioni di questa flessione: i loro volumi diminuiscono del 4% a fronte di una flessione più contenuta del fatturato (-2%) grazie alla migliore valorizzazione delle cuvée.

 

A livello globale, le esportazioni restano orientate al rialzo (+0,6% a volume e +1,8% a valore).

 

Fuori dall'Unione Europea la domanda è più dinamica, soprattutto in mercati come gli Stati Uniti (23,7 milioni di bottiglie, +2,7%), il Giappone (13,6 milioni di bottiglie, +5,5%) e l’area cinese (Cina, Hong Kong, Taiwan: 4,7 milioni di bottiglie, +9,1%). Dopo un'evoluzione molto sostenuta negli ultimi 10 anni (+ 134%), l'Australia ha registrato un leggero calo (8,4 milioni di bottiglie, -1,8%), a causa di un tasso di cambio meno favorevole.

 

Altri Paesi confermano il loro potenziale: il Canada con 2,3 milioni di bottiglie (+4,8%), il Messico con 1,7 milioni di bottiglie (+4,3%) o il Sudafrica, che supera per la prima volta il milione di bottiglie e segna un significativo incremento del 38,4%.

 

I risultati del 2018 consolidano la strategia di valorizzazione dello Champagne, basata sulla costante ricerca dell'eccellenza qualitativa e rigorosi obiettivi a livello ambientale.

 

La vendemmia 2018, senza precedenti dal punto di vista agronomico e di qualità eccezionale è di buon auspicio per le future cuvée della Champagne.