X

Benvenuti nel sito ufficiale di Champagne

Visitando questo sito, certifico di avere l’età legale per bere bevande alcoliche nel mio paese di residenza

MENU CLOSE

showsearch
Non è Champagne se non è della Champagne
  • facebook
  • twitter
  • pinterest
  • youtube
  • google+
  • wechat
  • rss

Terroir e denominazione

Il terroir champenois

>

Un vigneto impiantato sui versanti (coteaux)

Il terzo aspetto tipico del terroir champenoi è la sua orografia. Il territorio, caratterizzato da ripidi declivi e solcato da valli, consente un buon soleggiamento delle viti e favorisce il drenaggio dell’acqua in eccesso.

Si tratta di un vigneto di coteaux da cui l’immagine tipica delle sommità boscose che dominano ampi dorsi vitati che circondano i villaggi 

Le pendenze medie sono del 12% con punte fino al 59%.

Un’orografia favorevole alla coltura della vite

Da sempre sono zone favorevoli all’impianto della vite, perché a parità di irraggiamento solare, i terroir in pendenza godono di radiazioni solari superiori rispetto a quelle della pianura.

I coteaux sono inoltre esposti per la maggior parte a sud, sud-est ed est godendo in modo ottimale dei benefici dell’energia solare. Nel XVII secolo, lo Champagne era chiamato “vino dei coteaux”.

Intensité de l'ensoleillement par rapport à la pente

La formazione dei rilievi risale a 20 milioni di anni fa

I coteaux champenois si formarono in seguito al sollevamento del margine nord-orientale del Bacino parigino, quando quest’ultimo iniziò a sprofondare al centro sotto il peso dei sedimenti.

In seguito, l’erosione modellò i rilievi. Durante le ere glaciali, l’alternanza di gelo e disgelo frammentò le rocce calcaree, modellando a poco a poco i versanti più scoscesi in morbide superfici ondulate.

I principali rilievi emersi dal sollevamento del Bacino parigino sono:

  • la Côte de l’Ile-de-France con i vigneti della Côte des Blancs, della Montagna di Reims e della zona di Sézanne;
  • la Côte de la Champagne con i vigneti di Vitry-le-François e di Montgueux;
  • la Côte des Bar con i vigneti della zona di Bar-sur-Seine (Barséquanais) e Bar-sur-Aube (Bar-sur-Aubois).

La Marna, la Senna e i loro affluenti hanno invece inciso la Côte de l’Ile-de-France, creando anche in quella zona rilievi favorevoli alla coltivazione della vite:

  • le valli della Marna, dell’Ardre, della Vesle e del Surmelin;
  • la regione dell’Aube, attraversata dalla Senna, dall’Aube, dall’Ource, dal Landion e dall’Arce.
  • porttorrent.com